Notizia, 22.11.2019

L’industria europea degli imballaggi in vetro intende portare la raccolta di vetro destinato al riciclo all’interno dell’UE al 90% entro il 2030 e a “chiudere il ciclo del vetro”

L’industria europea degli imballaggi in vetro lancia “Close the Glass Loop” – un importante programma di gestione volto ad aumentare il tasso di “raccolta di vetro destinato al riciclo” al 90 percento entro in 2030 all’interno dell’UE. L’iniziativa vuole essere una risposta proattiva alle nuove direttive dell’Unione Europa che prevedono un aumento degli obiettivi di riciclo netto per gli imballaggi in vetro al 75 percento entro il 2030.

Attualmente oltre il 76% degli imballaggi in vetro immessi sul mercato europeo viene raccolto per il riciclo “da bottiglia a bottiglia” – dato che, già di per sé, colloca la circolarità del vetro a un livello nettamente superiore alla media (1).

I CEO del settore hanno concordato all’unanimità l’istituzione del programma “Close the Glass Loop” con l’obiettivo condiviso di raggiungere una raccolta all’interno dell’UE pari al 90% degli imballaggi in vetro da destinare al riciclo entro il 2030. Il programma verrà messo a punto nei prossimi mesi insieme a un gruppo di partner della catena del valore con i quali stiamo definendo le modalità di collaborazione. Il lancio ufficiale della piattaforma è previsto a giugno 2020.

“Il nostro obiettivo è incrementare ulteriormente le credenziali di credibilità delle soluzioni di imballaggi in vetro che forniamo ai nostri clienti e consumatori”, ha dichiarato Michel Giannuzzi, Presidente della FEVE. “Siamo orgogliosi di essere alla guida di ‘Close the Glass Loop’, un’iniziativa che coinvolge l’intero settore e che produrrà benefici reali sia per il mercato, sia per il nostro pianeta: si tratta della nostra ‘call for action’ per realizzare un ambizioso Piano d’Azione per l’Economia Circolare relativo al vetro”.

L’iniziativa farà convergere i diversi stakeholder del circuito della raccolta e del riciclo del vetro verso una piattaforma europea comune con il duplice obiettivo di chiudere il gap della raccolta e migliorare la qualità del vetro riciclato, affinché le risorse rimangano produttive in un circuito di produzione da bottiglia a bottiglia. Una maggiore disponibilità di vetro usato di buona qualità significa un processo di produzione più efficiente in termini di risorse che, a sua volta, fornisce materiali d’imballaggio totalmente riciclati, sicuri e di livello eccellente.

Tutto inizia dalla raccolta. Il programma “Close the Glass Loop” promuoverà la raccolta e coinvolgerà i numerosi partner europei e nazionali aderenti, dai Comuni alle aziende di trasformazione del vetro, fino ai clienti del settore, compresi i regimi di Responsabilità estesa dei produttori applicati negli Stati membri dell’UE. “Per avere successo, dobbiamo lavorare a livello locale in ciascuno Stato membro dell’UE, nonché condividere le migliori pratiche e alzare l’asticella degli obiettivi tramite una piattaforma europea. Non crediamo in un unico modello europeo di raccolta del vetro, ma crediamo in un unico ambizioso obiettivo”, ha sottolineato Michel Giannuzzi.

“Siamo molto orgogliosi di essere riusciti a gettare le basi per un programma così ambizioso, che gode di un solidissimo sostegno all’interno dell’UE ed è perfettamente in linea sia con gli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) dell’ONU, sia con le finalità del Green Deal della nuova Commissione Europea,” ha dichiarato Adeline Farrelly, Segretaria generale della FEVE.

La produzione di imballaggi in vetro per alimenti, bevande, come pure per prodotti del settore farmaceutico, cosmetico e della profumeria con un materiale riciclabile all’infinito, riutilizzabile e permanente si traduce in un minore consumo di risorse naturali, minori rifiuti e minor utilizzo di energia, in linea con l’Obiettivo di garantire modelli sostenibili di produzione e consumo (SDG 12). Al contempo, il riciclo del vetro permette al settore di ridurre drasticamente il consumo di energia e le emissioni di CO2, in linea con l’Obiettivo di promuovere azioni per combattere il cambiamento climatico (SDG 13) (2).

Si pregano gli interessati di contattare la sig.a Adeline Farrelly – Segretaria generale della FEVE – per maggiori informazioni su come aderire al programma “Close the Glass Loop” (3).

 

(1) Gli ultimi dati FEVE sul riciclo degli imballaggi in vetro sono disponibili sul sito web della FEVE 
(2) Maggiori informazioni sulle iniziative del settore volte a contribuire agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’ONU sono disponibili sul sito web della FEVE 
(3) Maggiori informazioni sul programma “Close the Glass Loop” sono disponibili sul sito web della FEVE 

Il vetro
Composto da minerali generosamente presenti in natura (sabbia, carbonato di sodio, vetro riciclato e calcare), il vetro è un materiale che può essere riciclato al 100% per un numero infinito di volte e viene prodotto con un processo a un’unica fase presso un’unica sede di lavorazione. La maggior parte delle bottiglie e dei barattoli in vetro raccolti vengono utilizzati più volte per produrre nuovi imballaggi in vetro per uso alimentare all’interno del sistema a ciclo chiuso. Ogni volta che una bottiglia o un barattolo viene riciclato e trasformato in nuovi contenitori, si realizza un risparmio di energia e materie prime e si riducono le emissioni di CO2. Nell’UE, il riciclo del vetro permette di risparmiare ogni anno oltre 12 milioni di tonnellate di materie prime ed evitare oltre 7 milioni di tonnellate di CO2 – risultato che si otterrebbe, per analogia, togliendo 4 milioni di automobili dalla circolazione. Risparmiamo il 2,5% di energia e il 5% di CO2 ogni 10% di vetro riciclato in forno.

La FEVE 
La FEVE è la Federazione dei produttori europei di contenitori in vetro e stoviglie in vetro realizzate a macchina. I suoi membri producono oltre 20 milioni di tonnellate di vetro all’anno. La federazione comprende 60 membri societari appartenenti a circa 20 gruppi societari indipendenti. Gli stabilimenti produttivi sono situati in 23 Stati europei e comprendono società internazionali blue chip e leader del settore, che lavorano per i più grandi marchi di consumo a livello mondiale.

L’industria dei contenitori in vetro
L’industria europea dei contenitori in vetro fornisce un’ampia gamma di prodotti di imballaggio in vetro per alimenti e bevande, come pure flaconi per prodotti farmaceutici, di profumeria e cosmesi destinati a clienti europei e internazionali. Con i suoi 160 stabilimenti produttivi dislocati su tutto il territorio europeo, genera un contributo importante per l’economia reale dell’Europa e mantiene 125.000 posti di lavoro diretti e indiretti lungo l’intera catena di fornitura.