Notizia, 23.04.2020

L'imballaggio in vetro: scelta migliore per i consumatori attenti all'ambiente

Mentre industrie, imprese e politici si impegnano con forza in iniziative come l'European Green Deal e l’UN Sustainable Development Goals, i consumatori di tutta Europa stanno prendendo sempre più iniziative per ridurre la loro impronta ambientale – e gli ultimi dati dell'industria del vetro mostrano che la consapevolezza del riciclo e dell'impatto ambientale è sempre più alla base delle decisioni d'acquisto quotidiane.

Un'indagine indipendente di ricerca condotta tra più di 10.000 consumatori in 13 paesi europei, commissionata da Friends of Glass e dalla Federazione europea del vetro per contenitori (FEVE), rivela che la gente compra più vetro che mai: la metà dei consumatori acquista oggi più prodotti in imballaggi di vetro rispetto a tre anni fa. In Svizzera, il 45% dei consumatori acquista più imballaggi in vetro rispetto a tre anni fa. Allo stesso tempo, 9 persone su 10 consiglierebbero il vetro come miglior materiale da imballaggio ad amici e familiari; un aumento dell'11% rispetto al 2016. In Svizzera la situazione è la stessa: l'89% dei consumatori consiglierebbe il vetro come materiale d'imballaggio migliore (2016: 78%).

Questi risultati sono guidati dall'elevata riciclabilità del vetro, insieme alla crescente consapevolezza dei consumatori sulle sue credenziali ambientali: grazie a una vasta rete di impianti di riciclo locali e fatto con vetro riciclato e materie prime (sabbia, soda, calce) che si trovano in natura, il vetro è riciclabile al 100% e all'infinito in un sistema locale a circuito chiuso, rendendo il vetro riciclato una risorsa vitale per la nuova produzione. Infatti, 2 consumatori su 5 scelgono deliberatamente il vetro rispetto ad altri materiali di imballaggio, proprio perché lo considerano più riciclabile di qualsiasi altro imballaggio.

La sostenibilità è importante per i consumatori

Secondo l'indagine, l'impatto ambientale degli imballaggi è visto come un importante fattore di decisione negli acquisti di alimenti e bevande, con la maggior parte dei consumatori (3 su 4) "molto preoccupati" per lo smaltimento dei contenitori per alimenti e 1 intervistato su 3 lo cita come la sua preoccupazione più grande. Allo stesso tempo, il 46% degli europei dichiara di aver diminuito in modo significativo il consumo di plastica per prevenire l’abbandono di rifiuti nell'ambiente. In Svizzera il 52% delle persone hanno ridotto gli imballaggi in plastica perché causano un aumento dei rifiuti da imballaggio.

Il vetro è costantemente classificato come il materiale da imballaggio più rispettoso dell'ambiente: in modo particolare, si pone al primo posto nell'affrontare i problemi di contaminazione e ambientali, in particolare quando si tratta di evitare lo spreco di cibo (il vetro è stato classificato " Best in Class" dal 43% degli intervistati), di evitare i rifiuti da imballaggio (dal 43% degli intervistati) e di contrastare il cambiamento climatico (dal 48% degli intervistati).

I risultati rivelano anche che la stragrande maggioranza dei consumatori ricicla gli imballaggi in vetro: l'84% degli europei raccoglie il vetro separatamente per il riciclo, con 8 su 10 che smaltiscono separatamente i tappi e i coperchi. In Svizzera il tasso di raccolta è dell'87%. Gettare il vetro usato nei contenitori di raccolta del vetro è considerato il metodo di smaltimento più conveniente in tutta Europa.

Un passo nella giusta direzione verso un'economia circolare

Tutti questi dati segnano un passo nella giusta direzione verso un'economia circolare in Europa e il raggiungimento di importanti obiettivi di sostenibilità, come un tasso reale di riciclo del vetro del 70% entro il 2025, e del 75% entro il 2030 per paese. Allo stesso tempo, i risultati del sondaggio evidenziano che molti consumatori apprezzerebbero un più facile accesso ai contenitori di raccolta delle bottiglie e istruzioni più chiare sul riciclo del vetro - solo la metà di tutti gli europei che riciclano il vetro dichiara di avere istruzioni chiare su come farlo, mentre 1 su 3 vorrebbe un contenitore di raccolta più vicino.

A tal fine, l'industria del vetro sta lanciando "Close the Glass Loop" - una piattaforma industriale per aumentare la quantità e la qualità del vetro riciclato istituendo un programma di gestione del materiale che porterà a una maggiore raccolta post-consumo e alla produzione di nuove bottiglie. Questo include gli sforzi dell'industria e dei comuni per creare reti di raccolta differenziata, insieme a strumenti di comunicazione per coinvolgere i cittadini a separare e differenziare i loro rifiuti di vetro per il riciclo. I risultati vengono resi noti lo stesso giorno in cui gli stakeholder di "Close the Glass Loop" organizzano una conferenza virtuale per discutere come migliorare la raccolta e il riciclo del vetro lungo tutta la catena del valore.

Parallelamente, l'industria sta facendo rapidi passi avanti nel diventare climaticamente neutrale: per la prima volta in assoluto, un grande gruppo di produttori europei di vetro per contenitori ha unito le forze per costruire la "Furnace of the Future" - il primo forno elettrico ibrido su larga scala al mondo che funziona con l'80% di energia sostenibile, destinato a sostituire le attuali fonti di energia a combustibile fossile e a ridurre le emissioni di CO2 del 50%. Il forno sarà operativo entro il 2022 e sarà in grado di fondere tutti i tipi di vetro insieme al vetro riciclato - riducendo così drasticamente le emissioni di CO2.

Commentando i risultati del sondaggio, Michael Delle Selve, Senior Communications Manager di FEVE, Federazione Europea del Vetro per Contenitori: "Mentre ci prepariamo a celebrare un'altra Giornata della Terra, è rincuorante vedere che non solo il riciclo del vetro è in aumento in tutta Europa, con un tasso di raccolta del 76%, ma che i benefici degli imballaggi in vetro e del riciclo sono in forte crescita tra i consumatori. La nostra ambizione è quella di raggiungere sia un tasso di raccolta del 90% entro il 2030, sia il riciclo completo degli imballaggi in vetro raccolti - in modo che le persone non si limitino a riciclare, ma riciclino di più e meglio. In fin dei conti, siamo il frutto delle nostre azioni, ed è per questo che esortiamo tutti a unirsi a noi nel nostro sforzo di raccogliere e riciclare ogni singola bottiglia di vetro. È semplice, facile da fare e avrà un impatto enorme sul nostro pianeta e farà una grande differenza per le generazioni future".

Per maggiori informazioni su questo sondaggio europeo e per accedere ai risultati dettagliati, si prega di consultare news.friendsofglass.com. I risultati sono disponibili anche a livello nazionale.

A proposito del sondaggio InSites

L'indagine è stata condotta alla fine del 2019 tramite la società indipendente di ricerca InSites Consulting, rivolta ai consumatori di età compresa tra 25 e 65 anni in 13 paesi europei: Austria, Croazia, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Italia, Polonia, Portogallo, Slovacchia, Spagna, Regno Unito, Svizzera e Turchia. I partecipanti sono stati selezionati tramite un panel di ricerca online, con una ripartizione di genere del 75% di donne e 25% di uomini. In totale, hanno partecipato 10.605 europei.

L'indagine ha testato le opinioni dei consumatori in merito agli imballaggi per bevande e alimenti e come ciò influisca sulle loro decisioni di acquisto, tra cui la coscienza ambientale, gli atteggiamenti e i comportamenti in materia di riciclabilità, nonché le impressioni e le preferenze per le diverse forme di imballaggio. Lo scopo era quello di esplorare gli atteggiamenti dei consumatori nei confronti dei materiali di imballaggio e di generare dati rilevanti per l'industria del vetro per contenitori. L'indagine parte da precedenti risultati del 2016 e del 2014.

A proposito di Friends of Glass:

Dal 2008, Friends of Glass ha riunito una comunità di 220.000 persone, in Europa e non solo, tutte interessate al proprio impatto ambientale e che si impegnano a scegliere il vetro per un pianeta migliore e uno stile di vita più sano. I nostri membri sanno che le piccole scelte di vita quotidiana hanno un grande impatto, e ci impegniamo con i consumatori e i rivenditori per aumentare la consapevolezza che il vetro è il materiale di imballaggio ideale per le famiglie e per l'ambiente. Friends of Glass è stato creato da FEVE.

A proposito di FEVE

FEVE - Federazione europea del vetro per contenitori - è la Federazione dei produttori europei di imballaggi in vetro per alimenti e bevande, nonché di flaconi per profumeria, cosmetici e farmacia. L'associazione conta circa 60 membri appartenenti a più di 20 gruppi aziendali indipendenti. I suoi membri producono 80 miliardi di contenitori di vetro all'anno e comprendono importanti aziende che lavorano per i più grandi marchi di consumo del mondo. Con i suoi 160 stabilimenti di produzione situati in 23 Stati europei, l'industria è un partner economico chiave in Europa e mantiene 125.000 posti di lavoro lungo l'intera filiera.